Mario Benassai si è laureato in Fisica all’Università di Genova, come associato all’INFN, Istituto Nazionale di Fisica Nucleare di Genova, con ricerche sulla massa del neutrino; successivamente ha lavorato come ricercatore presso l’Istituto Nazionale di Biofisica, sulle applicazioni biologiche della microscopia a scansione tunnel.

M. Benassai ha quasi 30 anni di esperienza nello Space Business, con particolare riferimento agli esperimenti scientifici in microgravità a bordo della Stazione Spaziale Internazionale e, precedentemente, sullo Spacelab, partecipando al design ed utilizzo di apparecchiature sperimentali quali la Bubble Drop and Particle Unit, il Fluid Science Laboratory e lo European Drawer Rack.

Ha partecipato come membro del team scientifico al NASA Marshall Space Center a due missioni SpaceLab Nel 1992 ha ricevuto il premio NASA “Silver Snoopy” dall’astronauta americano Don Thomas, per il suo contributo alla missione Spacelab IML-2, International Microgravity Laboratory -2.

È stato ALTEC Program Manager per i grandi progetti dell’Agenzia spaziale italiana sull’Osteoporosi e l’Atrofia Muscolare, i Disturbi del Controllo Motorio e Cardio-Respiratorio e sulle Tecnologie dalla Molecola all’Uomo.

Negli ultimi anni, ha visto selezionare dall’Agenzia Spaziale Italiana ben sei esperimenti scientifici da lui proposti come ALTEC Proposal Manager (con vari gruppi di ricerca), da eseguire sulla Stazione Spaziale Internazionale dagli astronauti dell’Agenzia Spaziale Europea Samantha Cristoforetti, Paolo Nespoli e Luca Parmitano.