Il 30 novembre 2018 ALTEC ha effettuato il lancio sperimentale di due palloni stratosferici leggeri dall’Aeroporto di Torino Aeritalia.
L’attività ha avuto luogo nell’area limitrofa alla pista di decollo/atterraggio dell’Aeroporto di Torino Aeritalia, certificando il sito allo svolgimento di operazioni con palloni stratosferici come avvenuto in precedenza per gli aeroporti di Levadigi e Biella. L’aeroporto di Torino Aeritalia ha una grande importanza strategica perché, oltre alla esecuzione di lanci per scopi scientifici, permette il sorvolo di aree limitrofe alla Città Metropolitana con la possibilità di monitorare le aree urbane e la relativa qualità dell’aria.
Il primo pallone è stato lanciato alle ore 11:50 locali mentre il secondo è avvenuto alle 12.50, dimostrando la possibilità di eseguire lanci molto ravvicinati. Viene inoltre dimostrata la possibilità di eseguire lanci simultanei da due o più siti regionali, capacità utile alla esecuzione di misure simultanee del suolo o del cielo ad alta quota da punti di vista differenti.
L’autorizzazione al lancio e tutte le operazioni sono avvenute in stretta collaborazione con l’AFIS di Torino Aeritalia, seguendo una apposita procedura concordata, in precedenza, con l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile ENAC.
La iniziativa aveva inoltre lo scopo di simulare e sperimentare operazioni di lancio di payload di maggiori dimensioni con il metodo del doppio pallone. Questa attività risponde ad un rinnovato interesse della Agenzia Spaziale Italiana e della comunità scientifica nazionale alla esecuzione di lanci di medie e grandi dimensioni dalle isole Svalbard e altri siti nazionali ed esteri nei prossimi anni. L’ASI ha infatti recentemente provveduto alla esecuzione della missione OLIMPO  dell’Università di Roma “La Sapienza” e partecipa al progetto H2020 HEMERA