Sale Supporto Missioni

IL CENTRO SUPPORTO MISSIONE - MISSION SUPPORT CENTER – MSC

Il Mission Support Center (MSC) è l’elemento qualificante di ALTEC come centro di terra dedicato alle attività di supporto real-time (ossia in collegamento diretto) alle operazioni di missione.  Il Centro ALTEC è parte del segmento di terra nazionale che l'Agenzia Spaziale Italiana ha implementato per il supporto alle attività relative al programma Stazione Spaziale Internazionale. L'accesso alla rete avviene attraverso il nodo di telecomunicazioni di ASI-Net (fornito dall'Agenzia attraverso il contrattore della rete). Attraverso la rete ASINet la Sala di Controllo Missione (MSC) di ALTEC è collegata con I centri MCC-H al JSC e la SSPF al KSC. La Sala di Controllo Missione consente di fornire il supporto alle operazioni di PMM/MPLM in “real time”, il supporto alle simulazioni, il supporto agli eventuali test a terra (KSC) e fornisce inoltre la disponibilità e accesso ai dati d’archivio di missione. La Sala di Controllo Missione è fornita di n. 7 console:

  •   Team Leader
  •   Operations & Logistics
  •   Avionica
  •   Controllo Ambientale
  •   Software
  •   Safety
  •   Ground Control

Sei sono dedicate al team ingegneristico e una al controllo del centro e dei collegamenti (GC). Ognuna è dotata dei sistemi per ricevere telemetria in tempo reale e/o da archivio, per accedere “off-line” ai vari database e documentazione di progetto e una postazione Voice Loops per le comunicazioni con I centri NASA. L’architettura del centro è stata sviluppata da ALTEC come molti dei software che vengono utilizzati per la gestione e l’archiviazione dei dati. Il Mission Support Center è stato certificato come Engineering Support Center (ESC) dal Sustaining Engineering Office della NASA ad Agosto 2001. E’ stato utilizzato per tutte le missioni del modulo logistico MPLM, per tutte le simulazioni preparatorie alle missioni e per i test di verifica effettuati sui moduli prima del lancio. E’ attualmente utilizzato anche dai tecnici di Thales Alenia Space per il “Sustaining Engineering” all’elemento “Nodo 2” lanciato durante la Missione ESPERIA.

IL CENTRO DI SUPORTO INGEGNERISTICO – ENGINEERING SUPPORT CENTER – ESC

ALTEC ha creato un Engineering Support Center – ESC -  per offrire un supporto ai programmi ESA sviluppati nell’ambito della Stazione Spaziale.in particolare, ha la responsabilità del supporto ingegneristico relativamente a:

  •   i sottosistemi del laboratorio Columbus sviluppati in Italia (Struttura, Controllo termico, Controllo ambientale);
  •   carichi utili (payload) interni al laboratorio: European Drawer Rack (EDR) e Fluid Science Laboratory (FSL);
  •   l'elemento pressurizzato del modulo Automated Transfer Vehicle (ATV).

L’ESC è collegata direttamente sia al Columbus Control Center (nelle vicinanze di Monaco di Baviera) sia ai diversi centri europei responsabili delle operazioni in orbita dei diversi Payloads (EDR, FSL, SOLAR). Il Centro riceve il continuo flusso di dati di telemetria direttamente dal COL-CC durante la normale giornata lavorativa, mentre compie un back-up mattutino dei dati della notte precedente. In questo modo tutta la telemetria di Columbus e dei P/L’s viene archiviata all’interno del Centro per poter essere successivamente rivisitata in caso di anomalie o per eseguire delle previsioni dell’efficienza del sistema a breve scadenza. In aggiunta, il Centro è dotato di un sistema di "voice loops" che permette di interagire prontamente con gli operatori ubicati al COL-CC. Infine, un sistema video completa l’infrastruttura, indispensabile per poter seguire tutte le operazioni eseguite dagli astronauti durante, ad esempio, delicate operazioni di manutenzione a bordo. Il supporto fornito dalla sala ESC  è di due tipi:

  •   Real-time – quando le attività sono legate a ciò che avviene in tempo reale sulla Stazione Spaziale. Queste richiedono strumenti specifici, un’infrastruttura adeguata in termini di sicurezza, di organizzazione di teams e di procedure specifiche.
  •   Off-line – quando le attività da svolgere hanno delle tempistiche più lunghe e, generalmente, sono svolte con il supporto di modelli matematici, databases, documentazione relativa alla fase progettuale, simulatori.

Il Centro di Supporto Ingegneristico contiene sette postazioni operative:

  •   3 postazioni per i sistemi di Columbus ed ATV
  •   3 postazioni per i Payloads
  •   1 postazione per il controllo dei collegamenti di rete e dei sistemi dati, voce e video

STAZIONE di SUPERVISIONE & COORDINAMENTO – SSC

La Stazione di Supervisione & Coordinamento (SSC) è configurata per ospitare le cinque postazioni operative previste per il supporto alla missione “demo” di SMAT-F1:

  •   Coordinatore delle operazioni: rappresenta il coordinatore e supervisore dell’intera missione. Ha il ruolo di rivedere e approvare il Mission Plan prima della distribuzione alle CS.
  •   Operatore Sky-y, Operatore Falco, Operatore C-Fly: operatori dedicati al monitoraggio dei dati e del piano di volo della singola piattaforma, nonché al post processing degli stessi.
  •   Operatore infrastruttura: ha il compito di configurare i sistemi della SSC e della SC per il supporto alla missione, e monitorarne il corretto funzionamento.

Tutti gli operatori mantengono una comunicazione voce per il coordinamento con gli operatori delle CS. La configurazione hardware può essere suddivisa in due parti:

  •   SSC “server”, che ospita il database centrale della SSC, i processi di acquisizione di telemetria e relativo processamento, le funzioni di archiviazione e distribuzione dati;
  •   SSC “client”, che ospita le applicazioni utente per accedere ai dati di telemetria e ai dati dei sensori, recuperare le informazioni archiviate per visualizzazione o ulteriore processing.

Per il supporto alle operazioni sono state utilizzate due web application sviluppate da ALTEC:

  •   il “mission log”, che permette ad ogni operatore della SSC di mantenere in modo elettronico il log di tutte le operazioni effettuate di una certa rilevanza, inserendo opportunamente il tempo di avvenimento. Tale log permette di effettuare facilmente un “hand over” tra operatori ed è di utile supporto per le analisi post mission;
  •   l’applicazione “trouble ticket”, che permette di registrare, e tracciare in modo progressivo i problemi emersi e le soluzioni implementate.