MMTD

Il dimostratore di terreno marziano di ALTEC 

Il Mars Terrain Demonstrator è un’area sperimentale che simula alcuni aspetti del terreno Marziano.  Questo dimostratore è stato sviluppato nell’ambito del programma STEPs (*) presso le strutture di ALTEC, e sarà utilizzato per le prove di veicoli e degli atterraggi sul terreno marziano. Uno degli aspetti fondamentali è la composizione chimica del terreno, vicina a quella marziana anche se presenta livelli di coesione minori. Il terreno è essenzialmente composto da tufo vulcanico e può essere una buona approssimazione dal punto di vista meccanico. Da un punto di vista cromatico è molto simile alle immagini ricevute direttamente da Marte attraverso i due NASA MER (Mission Exploration Rovers) Spirit ed Opportunity. Le sue dimensioni permettono di simulare alcune operazioni che si svolgeranno sul pianeta Marziano come l’atterraggio (usando un opportuno carro-ponte), la mobilità di rovers ed altri mezzi e l’uscita del rover dalle capsule di atterraggio. L’MTD può essere utilizzato sia da Rovers di differenti dimensioni, sia da Landers che richiedano uno specifico supporto ingegneristico alle operazioni. Questa utilizzazione è valida sia nel caso di supporto a fasi di missione estese che ridotte. L’MTD permette la verifica dei parametri operazionali attraverso lo svolgimento di test funzionali (simulando le fasi di uscita di un rover dal veicolo di atterraggio) e lo studio dell’interazione tra la superficie del terreno ed altri elementi, ad esempio le ruote. In aggiunta permette Il supporto alle fasi di sviluppo e verifica degli elementi di locomozione, in termini di prestazioni, manovre, aggiramento di ostacoli e movimentazione autonoma sia per brevi che lunghi percorsi, la verifica dei parametri operazionali e del software di bordo includendo le risposte del rover e la validazione delle sequenze operative, il collegamento con un’area di controllo in grado di fornire la visualizzazione ed il controllo degli elementi operativi, lo studio e l’esecuzione delle prove di localizzazione attraverso l’uso di speciali telecamere collocate sui rovers o landers e la gestione dei modelli matematici. Il Mars Terrain Demonstrator si evolverà in una struttura più completa che includerà un terreno provvisto di una piattaforma mobile, di aree a bassa temperatura, di aree adatte alle prove di carotaggio; una struttura chiusa che permetterà un ambiente controllato ed anche la simulazione dei livelli di intensità luminosa, sempre mantenendo la visibilità esterna; un “Wind Tunnel” che permetterà di raggiungere basse temperature, basse pressioni e simulerà il vento marziano ed il suo effetto sui vari componenti di rovers e landers; un’area dedicata alla realtà virtuale che sarà utilizzata sia per scopi ingegneristici (simulazione delle operazioni) sia per scopi educativi e di pubbliche relazioni.

* STEPS è un progetto di ricerca finanziato dalla Regione Piemonte, nato nell’ambito delle iniziative promosse dal Comitato Promotore del Distretto Aerospaziale Piemontese. Rientra nell’agevolazione a sostegno dei “Progetti stategici su tematiche di interesse regionale o sovra regionale” (Misura Ri.7) a valere sulla LR 34/2004, Asse 1 “Ricerca e Innovazione”; tale misura è cofinanziata con il Fondo europeo di sviluppo regionale (F.E.S.R.) nell’ambito del Programma operativo regionale 2007/2013